GUIDA PRATICA PER LA SOSTITUZIONE DELLA PCB DEL PROPRIO HARD DISK

Nozioni Preliminari (per evitare danni irreparabili)

Sulla PCB di un hard disk generalmente è visibile un chip definito "eprom" che contiene un codice molto importante comunemente chiamato BIOS o ROM. Più che codice si tratta di una serie di istruzioni specifiche scritte in "linguaggio di programmazione a basso livello" che, un po come accade con le schede madri dei PC, vengono eseguite dal processore quando il disco viene alimentato. Oltre alle istruzioni iniziali di avvio, è memorizzato anche un microcodice che "sblocca" l'accesso ai dati dell'utente (user data). Per questo motivo quando è necessario sostituire una pcb guasta è essenziale anche "scambiare" l'eprom originale, altrimenti non sarà possibile accedere ai dati memorizzati sui dischi magnetici, anche se in apparenza il disco sembra funzionare senza problemi.

L'eprom è presente su tutte le PCB?

La risposta purtroppo è no! Alcuni modelli di PCB non hanno l'eprom. A questo punto la domanda successiva è: dove viene memorizzata la ROM?

Alcuni progettisti di Hard Disk ritengono che sia superfluo memorizzare la ROM in un chip esterno al processore. Esistono infatti alcuni microprocessori che hanno la capacità di memorizzare del codice persistente al loro interno. Dissaldare però un microprocessore è molto complicato ed il rischio di rovinare il chip è molto alto. In questi casi è indispensabile eseguire una ricerca specifica per trovare una pcb compatibile con il proprio disco.

PCB con EPROM

Cos'è l'Eprom?

Se sulla PCB è presente questo chip allora la ROM è salvata al suo interno. Il MainChip ne legge il contenuto (ROM) quando l'Hard Disk viene avviato. E' importante in questi casi eseguire lo "swap" di questo chip dalla pcb guasta alla nuova pcb.

Questa operazione è necessaria per consentire il corretto funzionamento del disco e del suo riconoscimento al sistema operativo.

Anche questi chip possono deteriorarsi o addirittura rovinarsi in caso di corto circuito. In questi casi purtroppo è necessario ricostruire in laboratorio la ROM.

Lettori di EPROM

Per evitare di dissaldare e risaldare i chip, è consigliabile utilizzare uno dei tanti modelli di lettori di eprom. Questa operazione evita di rovinare il chip ed il suo contenuto.

Attraverso il software di gestione del programmatore di Eprom, è possibile leggere il contenuto del chip originale e scriverlo nel chip della nuova scheda in modo molto semplice e sicuro.

Quanti tipi di EPROM esistono?

I produttori di hard disk, nel corso degli anni ed in base al formato (3,5 o 2,5), hanno utilizzato ed utilizzano chip sempre più piccoli e sempre più capienti e performanti.

Sulla pcb potrebbe essere installato anche più di una eprom ed è molto importante sapere quale di queste contiene la ROM dell'hard disk.

Per fortuna esistono molti forum che pubblicano foto di supporto per l'individuazione dell'eprom giusta da scambiare. Cercando su Google il modello della pcb è molto semplice visualizzare delle foto illustrative che tolgono ogni dubbio.

Stazione saldante

Generalmente l'operazione di swap del bios viene eseguita grazie all'utilizzo di una stazione saldante. Esistono centinaia di modelli diversi che si differenziano in base al grado di professionalità e di funzionalità.

Il filo di stagno permette di ultimare le operazioni di saldatura del chip sulla pcb.

PCB senza EPROM

Individuiamo il Microprocessore o MainChip

Quando sulla PCB non è presente l'eprom, esiste un modo molto semplice per sostituire la pcb in caso di guasto. Basta individuare il MainChip e leggere i codici stampati o impressi sulla sua superficie. Il MainChip, oltre a gestiste tutti i processi di comunicazione con il PC (lettura e scrittura), si occupa di eseguire le istruzioni di avvio primario dell'hard disk che sono memorizzate dai produttori direttamente al loro interno (e non nell'eprom). In questi casi, senza una console professionale per il recupero dati, non è possibile estrarre la ROM con semplice apposito lettore, ma è però possibile sostituire la scheda individuandone una che abbia il medesimo MainChip.

I rivenditori di PCB registrano infatti questi codici per permettere ai tecnici di individuare la pcb perfettamente compatibile con quella da sostituire.

MainChip di una PCB prodotta dalla Maxtor.

> VIDEO TUTORIAL <

Fasi finali dello swap dell'Eprom

Analisi Hard Disk in Camera Bianca

Come "swappare" il bios di una PCB guasta

Sostituzione PCB Hard Disk Swap Bios

Non rischiare di perdere tutti i tuoi dati, chiedi aiuto agli esperti!

Manda una richiesta di contatto o di assistenza al team di esperti per ricevere un preventivo.